Progetto Notiziario 2013

Il portale www.notiziariodelleassociazioni.it è promosso da Filmstudio’90, storico circolo ARCI di Varese che da oltre vent’anni si occupa di promozione cinematografica e che ha esteso negli anni il proprio bacino di utenza promuovendo eventi culturali in altri settori importanti dell’intrattenimento quali musica e teatro, sempre all’insegna della qualità della proposta. Proprio la vocazione sociale di Filmstudio’90, testimoniata da importanti rassegne che negli anni hanno coinvolto  il mondo no profit, ha fatto sì che in ambito comunicativo si dedicasse questa finestra condivisa con le associazioni del territorio nell’area della città metropolitana che viene coinvolta dalle sue offerte: Varese, Como e Milano.

Dal febbraio 2007 la redazione del Notiziario delle associazioni si è costituita con un’ossatura formata da stagisti provenienti dall’ultimo anno della laurea  triennale del corso di Scienze della comunicazione all’Università dell’Insubria. La scelta di privilegiare una collaborazione con il mondo universitaria aveva il duplice scopo di facilitare l’avvicendamento  generazionale nella fruizione dell’offerta culturale e nella sensibilizzazione alle tematiche sociali tipiche del no profit, ma anche l’intenzione di offrire un’occasione di professionalizzazione a chi già aveva scelto negli studi il settore comunicativo. Infatti fin dall’inizio il Notiziario ha fornito l’opportunità ad alcuni stagisti, rimasti come collaboratori, di acquisire dopo un periodo di attività la tessera di giornalista pubblicista rilasciata dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia.

Nel quinquennio di attività il Notiziario ha coinvolto circa 35 studenti universitari, che portando a termine il periodo di stage hanno mediamente effettuato ciascuno 200 ore di attività utili al conseguimento dei crediti necessari al conseguimento della laurea triennale. Dato il successo della formula, nel corrente anno 2012 l’offerta è stata estesa anche a studenti laureati dell’Università degli studi di Milano, che hanno maggiori necessità professionali ma che possono anche apportare un contributo più qualificato, data la loro ulteriore specializzazione. Con questi ultimi si è avviato un percorso di collaborazione più finalizzato all’approfondimento dei contenuti comunicativi, che negli ultimi anni si è reso necessario dato il salto di qualità intrapreso.

Negli ultimi due anni, infatti, il portale ha compiuto una svolta tecnologica, grazie al supporto tecnico garantito dalla società Hagam di Gallarate, grazie alla piattaforma WordPress che offre maggiori possibilità di interagire con la  totalità della comunicazione sul web: blog, social network, altri portali sociali. Nel tempo questa scelta ci ha radicato maggiormente nel settore della comunicazione sociale e siamo diventati un punto di riferimento per quelle associazioni che utilizzano la rete per ampliare la loro comunicazione. I nostri punti di contatto recepiti dalla newsletter settimanale sono circa 900 e il movimento informativo espresso dal portale coinvolge oltre un centinaio di comunicati stampa che settimanalmente e con continuità vengono inviati alla nostra casella redazionale.

Per assecondare questo salto tecnologico e questa progressiva esigenza di rispondere all’interesse delle associazioni e degli enti o persone che promuovono cultura, Filmstudio’90 ha voluto investire nel potenziamento della visibilità sui motori di ricerca, puntando sulla possibilità tecnica di riuscire a raggiungere maggior pubblico sul web. Un’azienda leader nazionale nel posizionamento delle pagine web, Primi sui motori di Modena, si sta occupando da ottobre 2012 di questo aspetto. L’obiettivo è di passare dall’attuale media di 300 visitatori unici al giorno a cifre almeno triple in qualche mese e con prospettive ancora più interessanti in un anno.

Nello stesso tempo l’evoluzione continua di WordPress ci permetterà di integrare ancora di più il rapporto con le varie realtà associative: nei prossimi mesi vogliamo offrire a chi già possiede un proprio sito web ed è interessato ad amplificare la propria comunicazione, uno spazio autonomo di condivisione. Con un semplice meccanismo di registrazione, questi utenti del portale potranno usufruire della possibilità di arrivare a un maggior pubblico condiviso. Si vuole poi evitare di legare eccessivamente a procedimenti macchinosi di registrazione chi aderisce: le notizie potranno anche essere aggiunte in front end, avendo la possibilità di controllare direttamente la qualità finale del prodotto comunicativo elaborato. Nel contempo la redazione potrà affiancare, se richiesta, l’elaborazione dei contenuti e la sua promozione sulla rete (social network in primis, data la loro capillarità che ben si presta a recepire soprattutto gli eventi territoriali).

Mentre la semplice pubblicazione dei comunicati stampa avverrà come al solito senza richiesta economica alcuna, l’elaborazione di queste notizie di approfondimento dovrà essere necessariamente accompagnata da un contributo economico finalizzato alla promozione dell’evento. Tuttavia, per evitare formule eccessivamente gravose ed impegnative quali quelle del canone annuo, si è pensato a finanziamenti più “light” (nell’ordine delle decine di euro) con tariffe mirate al raggiungimento di un singolo obiettivo comunicativo (singolo evento, campagna settimanale, rassegna mensile, ecc.). Il modello è il medesimo utilizzato da Facebook, dove il singolo utente può decidere budget e target promozionale a seconda della proprie esigenze e possibilità.

Si rimanda al sondaggio realizzato nel periodo 15 dicembre 2011- 15 marzo 2012 sugli utenti del portale e che è servito da base teorica per l’elaborazione dell’attuale offerta informativa:

http://www.notiziariodelleassociazioni.it/news/blog/2012/03/28/questionario-di-gradimento-del-notiziario/

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Dai circoli ARCI della provincia di Varese un video per il tesseramento 2012

Il 13 dicembre scorso al Circolo di Gorla Maggiore si è aperta la campagna di tesseramento 2012 per i circoli ARCI della provincia di Varese. La riunione, promossa dalla segreteria provinciale, è servita a fare il punto organizzativo degli obiettivi prefissati da ciascun circolo e a condividere il lancio della campagna comune “L’Italia sono anch’io” per l’estensione del diritto di cittadinanza senza discriminazioni di nazionalità, promossa da un comitato provinciale di cui l’ARCI fa parte. Per meglio pubblicizzare l’importanza del tesseramento 2012 si è pensato quest’anno di promuovere la campagna con un video, che ha coinvolto alcuni presidenti dei circoli, ciascuno dei quali ha fatto da “testimonial” delle proprie iniziative e più in generale dell’attività associativa ARCI.

Si auspica che ciascun circolo trovi l’occasione per divulgare nei propri ambiti informativi il video.

httpv://www.youtube.com/watch?v=YEvzz3HP97s

Sono intervenuti nel video:
Giulio Rossini, presidente ARCI provinciale di Varese
Liviana Oglialoro, vice presidente ARCI provinciale e gestore circolo ARCI Gorla Maggiore (VA)
Giulia Ganugi e Ferdinando Giaquinto, presidente e coordinatore ARCI Albatros Varese

Hanno contribuito:
Guido Negretti, presidente ARCI Name Diffusion di Cantello (VA)
Laura Gussoni , presidente ARCI Area 101 Olgiate Olona (VA)

Interviste e montaggio a cura di Andrea Ganugi e Andrea Gambino
Notiziario delle associazioni http://www.notiziariodelleassociazioni.it
dicembre 2011

Informazioni su tutti i circoli ARCI di Varese e provincia:
http://www.notiziariodelleassociazioni.it/news/blog-di-arci/

Comitato cittadino L’Italia sono anch’io:
http://litaliasonoanchiovarese.wordpress.com/

Posted in Senza categoria | Leave a comment

“Stato dell’arte” nel progetto comunicazione

A due anni dall’assunzione di questa responsabilità, volevo fornire alcuni dati sul progetto comunicazione.

Come già esplicitato fino dalla fase congressuale, il progetto comunicazione si è delineato facendolo coincidere con le potenzialità comunicative sul web del Notiziario delle associazioni www.notiziariodelleassociazioni.it

Rilevando come il progetto editoriale già si rivolgeva al mondo associativo, e in un territorio che coincide con l’ambito di intervento dell’ARCI provinciale, si è subito provveduto ad integrare nel portale tutti i circoli ARCI già esistenti e, man mano che si aggiungevano, anche quelli di nuova formazione.

Nella pagina dedicata  www.notiziariodelleassociazioni.it/news/blog-di-arci/ sono attualmente presenti 24 circoli con le stesse potenzialità informative, in ambito multimediale, del portale stesso. Voglio ricordare che, proprio in previsione di questo sforzo organizzativo, si è provveduto a rinnovare la tecnologia comunicativa del portale web passando a WordPress, un sistema di gestione dei contenuti particolarmente duttile e che ben si presta ad interagire con i principali social networks (Facebook, Twitter, ecc.) particolarmente utili a raggiungere una maggiore visibilità sul web.

Questi obiettivi si volevano raggiungere non per una particolare forma di “snobismo comunicativo”, ma per scopi molto più concreti:

1) aggirare la ridondanza comunicativa dei siti web generalisti (Varesenews in primis) per arrivare con maggiore efficacia al nostro target

2) superare la parziale inefficacia della stampa cartacea, poco adatta a farsi leggere da certi fruitori della nostra “offerta culturale”

3) trovare nuovi interlocutori nella fascia d’età giovanile, che più hanno dimestichezza con questi strumenti informativi: soprattutto nei nuovi circoli questa esigenza è manifesta

Lo stesso strumento informativo del portale si serve da quasi sei anni dell’apporto quasi esclusivo degli stagisti del terzo anno di Scienze della Comunicazione dell’Università dell’Insubria: più di trenta persone si sono alternate per periodi di 4-5 mesi nell’attività redazionale. Da questo lavoro formativo sono nate anche alcune forme di collaborazione più stabile, con la proposta di contratti-progetto biennali finalizzati ad ottenere la tessera di giornalista pubblicista dall’Ordine dei Giornalisti di Milano. Due collaboratori, in particolare, hanno finalizzato questo obiettivo.

L’aggiunta di collaboratori è importante perché si denota che l’attività di aggiornamento dei singoli blog necessita di competenze e di tempi dedicati, non sempre recuperabili tra gli stessi associati.

C’è inoltre tutto un lavoro di supporto e di consulenza, analogo a quello che viene fornito sul piano dell’adesione associativa.

Inoltre il portale è impegnato nella periodica attività di “cassa di risonanza” per le iniziative portate avanti come ARCI provinciale. Per citare un esempio molto recente: la presentazione del libro di Luciana Castellina, che ha avuto un rilevante riscontro di presenze sia nell’aperitivo pomeridiano (60 persone) che nell’incontro serale a Filmstudio (120- 150 persone) si è basato molto sul passaparola innescato dall’evento sulla pagina di Facebook, che aveva ripreso la notizia sul portale. Alcuni dati oggettivi di coinvolgimento: 715 lettori unici dell’articolo di lancio dell’iniziativa sul portale, oltre 5.000 contatti raggiunti su Facebook con la creazione di un evento specifico condiviso dalle pagine FB del Notiziario e dell’ARCI.

Si auspica dunque – dopo che il progetto comunicativo ha avuto anche dei riconoscimenti a livello formale dall’ARCI regionale in alcune riunioni dedicate, che però non hanno per ora portato ad alcun progetto finanziato –  che il livello provinciale dell’associazione prenda maggiore coscienza della necessità di supportare con iniziative concrete il potenziamento della propria rete informativa con l’individuazione di risorse dedicate.

Posted in Senza categoria | 5 Comments

Il governo ha paura del voto degli italiani. Il ministro Maroni vuole far votare i referendum il 12 giugno per evitare il quorum

COMUNICATO STAMPA – ARCI NAZIONALE

03.03.2011 – Il governo ha paura del voto degli italiani. Il ministro Maroni vuole far votare i referendum il 12 giugno per evitare il quorum

Il ministro Maroni ha dichiarato oggi che al prossimo consiglio dei ministri proporrà il 12 giugno come giorno per lo svolgimento dei referendum.
Come è noto, si tratta dell’ultima data consentita dalla legge (che prevede che i referendum si svolgano tra il 15 aprile e il 15 giugno), altrimenti avremmo potuto anche rischiare di dover andare a votare a ferragosto.
E’ chiaro infatti che la scelta non è casuale: il 12 giugno le scuole saranno già chiuse e l’inizio della stagione estiva rappresenterà per chi può permetterselo un incentivo ad andarsene fuori città. Questo almeno nei desiderata del ministro e del governo di cui fa parte, che evidentemente teme che questa volta i referendum possano raggiungere il quorum e i sì vincere.
I timori del governo sono fondati – anche se non giustificano la decisione presa – come dimostra il 1.400.000 firme raccolte per i quesiti sulla ripubblicizzazione dell’acqua, un risultato mai ottenuto prima.
Per questo Maroni ha scelto la strada del boicottaggio, consapevole che la normale dialettica politica fra sostenitori del sì e del no lo vedrebbe perdente.
Meglio allora usare altri mezzi, pur di rendere difficoltosa la libera espressione della volontà dei cittadini.
Al ministro va inoltre ricordato che fu proprio su sua proposta che nel 2009 le elezioni amministrative furono accorpate alle europee. Allora era preoccupato che non si sperperassero inutilmente soldi pubblici (calcolò un risparmio di 400 milioni di euro) con più tornate elettorali. Oggi, malgrado si sia nel pieno della crisi economica, quella preoccupazione non c’è più.
Il comitato promotore dei referendum per la ripubblicizzazione dell’acqua e quello contro il nucleare hanno da tempo avviato una petizione, che ha raccolto migliaia di firme, per chiedere l’accorpamento delle date di amministrative e referendum. Hanno chiesto un incontro al ministro per illustrargli le ragioni che sostengono l’accorpamento: ragioni economiche ma soprattutto di maggiore garanzia di partecipazione.
La risposta è stata quella che apprendiamo dalle agenzie: una arrogante chiusura al confronto e l’assoluta indifferenza alla possibilità che cittadine e cittadini siano messi nelle condizioni migliori per esercitare il loro diritto al voto.
Già ci fu chi nel passato disse “tutti al mare” e gli andò male. Sarà così anche questa volta.

www.arci.it

Posted in referendum | 1 Comment

2 sì per l’acqua bene comune

Partiti, multinazionali, banche e i soliti imprenditori con gli agganci giusti stanno mettendo le mani sulle aziende pubbliche dell’acqua e sui rubinetti di milioni d’italiani. Fra questi potresti esserci anche tu.

Da anni, una grande coalizione sociale e cittadina cerca, invece, di difendere la gestione pubblica dell’acqua promuovendo il controllo e la partecipazione diretta dei cittadini alle decisioni su un bene comune di vitale importanza.

Il governo da un anno ha varato una norma che obbliga le aziende pubbliche a dismettere buona parte del loro capitale a favore dei privati entro il 2011. Contro questa legge sono stati promossi 3 referendum e raccolto 1,4 milioni di firme per ciascuno di essi (record della storia repubblicana). Ora vogliamo che tutti i cittadini si possano esprimere e votare.

Aiutaci a sostenere la campagna referendaria, a informare tutti gli italiani del pericolo che corrono e del modo per fermarli. È il momento di schierarsi, di partecipare, di condividere.

Fallo ora.

www.referendumacqua.it

per darci una mano scriveteci: varese@arci.it

Posted in referendum | Leave a comment

ARCI Varese: un anno dopo

Nel marzo dell’anno scorso si insediava il nuovo comitato direttivo dell’ARCI provinciale: tutti i soci sono invitati a festeggiare con un brindisi questa ricorrenza alle ore 20.30, prima della riunione del Direttivo provinciale in programma martedì 15 marzo 2011 nella sede di via Del Cairo a Varese. Un’occasione per fare memoria di quella esigenza di rinnovamento e di rilancio  che è stata alla base del cambiamento di leadership deciso dall’ultimo Congresso, affermando con forza l’esigenza di una gestione più collegiale e partecipata dell’Associazione.

Dopo un anno siamo ancora all’inizio, ma i segnali positivi ci sono tutti!

Posted in Senza categoria | Tagged , , | 1 Comment

Breve corso per imparare a usare il blog: nuovo incontro lunedì 6 dicembre 2010

Facendo seguito ad alcune sollecitazioni pervenute nell’ultima riunione di segreteria, resto disponibile lunedì 6 dicembre p.v. dalle ore 15.00 alle ore 17.30 ad un altro incontro per approfondire la tecnologia wordpress, che è alla base dei blog presenti sul portale del Notiziario delle associazioni.
L’incontro, che si terrà sempre in via Del Cairo, è aperto ai membri del direttivo, ai responsabili dei circoli e, in generale, a tutti gli associati.

Posted in Senza categoria | 1 Comment

Incontro presso la cooperativa Belforte

collina dei tre scali

A seguito nostro incontro in data odierna ,preciso la presenza di molti di noi e la sodisfazione e’ stata molto alta ed interessante.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Breve corso per imparare ad usare il blog: primo incontro mercoledì 10 novembre ore 17.00

Cari amici,

vista l’indiscutibile difficoltà iniziale per chi vuole accreditarsi al blog e non abbia i necessari rudimenti informatici, rinnovo la mia disponibilità personale per un breve corso di apprendimento a chi ne abbia esigenza.
Resta fissato per mercoledì 10 novembre p.v. alle ore 17.00 un primo incontro nella sede dell’ARCI di via del Cairo; in alternativa sono disponibile tutti i giovedì dalle 15 alle 18 nella sede del Notiziario delle associazioni in piazza De Salvo,9 a Varese.

Grazie per l’attenzione,

Andrea Ganugi
cell. 3493313963

p.s.

Se lasciate un commento con la vostra disponibilità, poi organizziamo la data dell’incontro.

Posted in Senza categoria | 6 Comments